Notizie-Flash

Papa Francesco contro i finti cristiani: “Meglio Atei che odiare tutti”

Durante la consueta udienza di inizio anno, Papa Francesco ha tenuto un discorso nel quale ha voluto esprimere il proprio disappunto verso coloro che si professano cristiani ma poi odiano tutti. Il pontefice ha infatti dichiarato che la cristianità non si dimostra soltanto andando in Chiesa tutte le settimane ma deve essere qualcosa di personale e sentito. Se si si è realmente cristiani bisogna dare testimonianza dei valori e della parola trasmessa da Dio.

 

Secondo il Papa, infatti, piuttosto che andare in Chiesa per dimostrare qualcosa agli altri e poi provare sentimenti di odio verso il prossimo, sarebbe meglio vivere come atei. Le preghiere stesse devono essere sentite e non semplicemente ripetute per farsi ammirare. “Per parlare a Dio bisogna usare il cuore e la coscienza, non soltanto la voce” dice Papa Francesco. Aggiunge poi il pontefice: “Un cristiano è peccatore come tutti, non è perfetto” quasi a voler dire di non giudicare il prossimo perché non è diverso da te.

 

Sono parole importanti e forti che faranno sicuramente riflettere molte persone ma che al tempo stesso stanno già facendo discutere. Sono in tanti, infatti, soprattutto in rete, i cristiani e gli atei che criticano le sue parole. “Che si occupasse dei preti pedofili invece che parlare della gente comune” dicono in tanti. Molte persone hanno apprezzato, invece, il messaggio di Papa Francesco ritenendolo profondo e intelligente. E voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *