Notizie-Flash

I Cavalieri dello Zodiaco: Andromeda diventa donna per la serie Netflix

Da quando è uscita la notizia di una nuova serie Netflix sui Cavalieri dello Zodiaco, non sono mancate le polemiche sulla scelta di cambiare uno dei personaggi principali ovvero Andromeda. Se nel manga e nell’anime storico il personaggio era un uomo, seppur dai tratti femminili, nel nuovo anime sarà invece di sesso femminile, scatenando le polemiche dei fan dell’anime. Vediamo dunque di capire le motivazioni dietro questa scelta.

 

Eugene Son, produttore della serie, ha voluto spiegare le ragioni della sua scelta dichiarando che, i tempi sono cambiati rispetto agli anni in cui “I Cavalieri dello Zodiaco” è uscito per la prima volta e che, al giorno d’oggi, le donne sono parte attiva della società pertanto vedere un gruppo di soli uomini salvare il pianeta poteva trasmettere un messaggio sessista. Inoltre Andromeda è ritenuto un personaggio molto forte da tutti i produttori della serie e anche da molti fan della serie pertanto si è deciso di mantenere le sue caratteristiche principali (le catene), passando da Shun a Shaun, da uomo a donna.

 

 

 

Eugene ha però ammesso che molti appassionati dell’anime probabilmente già odiano il personaggio e boicotteranno la serie. Pur invitando gli stessi almeno a visionarla Son ammette di comprendere e rispettare il loro punto di vista, nonostante sia convinto della sua scelta e della resa del personaggio. “Ammiriamo Shun di Andromeda, che rimane un personaggio incredibile, ma abbiamo reso Shaun un personaggio comunque molto interessante” aggiunge il produttore.

 

A leggere in giro la maggior parte dei fan dell’anime, se non tutti, non sono affatto d’accordo con Son o meglio possono condividere il fatto che bisogna aggiornarsi ma ritengono sessista e ipocrita che la scelta di un personaggio femminile sia ricaduto proprio su Andromeda, che di certo non incarnava lo stereotipo maschile tradizionale. Sembra quasi che si sia voluto dare al più sensibile dei Cavalieri dello Zodiaco, una sessualità più consona con la sua armatura rosa e la sua natura aggraziata. Insomma, per quanto questa Shaun possa essere forte, stravolgere l’ossatura che ha contribuito al successo di Saint Seiya, sembra essere un’arma a doppio taglio. E voi cosa ne pensate?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *