Notizie-Flash

Bullismo: Tredicenne in fuga a La Maddalena

Dopo essere scappato di casa e rintracciato dai carabinieri di Olbia, un ragazzino tredicenne di La Maddalena ha raccontato di non voler riprendere la scuola per paura dei bulli.

tredicenne vittima bullismo

 

Sono al via le indagini del reparto territoriale dei carabinieri di Olbia dopo il racconto del giovane che ha indicato anche i nomi dei presunti bulli che lo avrebbero portato al punto di non voler più andare a scuola. Il tredicenne ha affermato di essere stato vittima di umiliazioni verbali e fisiche e angherie di vario genere da parte di alcuni coetanei. Insomma sembrerebbe un classico caso di bullismo a scuola sotto gli occhi degli insegnanti e all’oscuro dei genitori.

Gli insegnanti non ne sapevano nulla

Secondo i genitori di alcuni compagni di classe del tredicenne nessuno era a conoscenza di questa situazione anzi nessuno sospettava nulla. Come spesso accade la scuola sembrava un posto tranquillo e sereno e nessun ragazzo hai mai raccontato alcun fatto riconducibile ad atti di bullismo. I carabinieri intanto, nell’attesa che i genitori decidano se effettuare o meno una denuncia, stanno svolgendo i primi accertamenti in cerca di riscontro.

‘I ragazzi sembravano sereni’

Come appunto già detto, i genitori affermano di non sospettare minimamente nulla del genere. ‘I ragazzini a casa non hanno mai raccontato fatti del genere, ne mostrato comportamenti che possano far pensare a un problema’ dice un genitore. Insomma la situazione sembra cogliere di sorpresa un po’ tutti ma vista le denuncia del tredicenne bisogna sicuramente andare fino in fondo nell’analisi della vicenda. Gli atti di bullismo vanno sempre denunciati senza remore perché chi li compie, spesso, ha alla base problemi psicologici o familiari sui quali è bene intervenire prima che la situazione peggiori ulteriormente.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *